#FamediMusica – I concerti in Sala Maffeiana

Musica oltre i confini

Il patrocinio dell’Accademia Filarmonica di Verona per la quinta stagione che ha come protagonista l’Orchestra Machiavelli, stagione che quindi si sposta dal teatro di Fucina alle prestigiose Sala Maffeiana e Sala Filarmonica è riprova della Fame di Musica che accomuna la più antica Istituzione Culturale d’Europa e la più giovane orchestra stabile di Verona. Fame che si potrebbe tradurre in viscerale amore per la musica, condiviso tanto dagli artisti quanto dal pubblico.

Collaborazioni sempre più rilevanti con artisti affermati a livello internazionale si avvicendano in un programma che si concentra sui Grandi Maestri della classicità, senza tralasciare la contaminazione di linguaggi e proposte innovative.

Un menu di appuntamenti da assaporare.

LUNEDI 13 GENNAIO 2020, ORE 20.30, Sala Filarmonica

INAUGURAZIONE ANNO BEETHOVENIANO

Programma:

F. Mendelssohn, Ouverture Le Ebridi
S. Barber, Concerto per violino e orchestra
L.V. Beethoven, Prima Sinfonia op.21

ORCHESTRA MACHIAVELLI
DIRETTORE Min Chung
VIOLINO Davide De Ascaniis

La nascita di un Maestro è una data che segna un punto di svolta nella storia. Nel 2020 si festeggiano i 250 del genio di Ludwig Van Beethoven, e l’orchestra Machiavelli lo vuole fare suonando sua la Sinfonia n.1 e incontrando amici, come il violinista virtuoso Davide De Ascaniis, o grandi Maestri come il giovane affermato Min Chung. 

>Acquista il biglietto

DOMENICA 2 FEBBRAIO 2020, ORE 11, Sala Maffeiana

MOZART 1770 – 250° anniversario di Mozart a Verona

Programma:

W.A. Mozart, 1770
Contraddanza in SIb KV 123
Cassazione in SIb KV99
Sinfonia in RE maggiore KV 81
Recitativo e aria “Misero me! Misero pargoletto” dal Demofoonte di Metastasio
Sinfonia in RE maggiore KV 84

ORCHESTRA MACHIAVELLI
MAESTRO CONCERTATORE Pietro Battistoni
SOPRANO Eva Dworschak

E’ strano pensare che calpestiamo le stesse strade, vediamo gli stessi posti, sentiamo gli stessi suoni che grandi personaggi hanno vissuto prima di noi. E’ un’emozione sedersi nelle stesse sale e suonare la stessa musica che 250 anni fa un quattordicenne, ma già genio maturo, Wolfgang Amadeus Mozart scrisse e suonò. A rivivere quest’esperienza, con lo stesso fiato sospeso di allora, l’Orchestra Machiavelli con il soprano viennese Eva Dworshak e il Maestro Pietro Battistoni, esperto nella prassi musicale dell’epoca. E voi. 

>Acquista il biglietto

DOMENICA 8 MARZO 2020, ORE 11, Sala Maffeiana

CLARA E ROBERT – L’altra metà della musica

Programma:

Trio di Robert Schumann
Trio di Clara Wieck Schumann

PIANOFORTE Sergio Baietta
VIOLINO Günther Sanin
VIOLONCELLO Sara Airoldi

Si dice che dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna. Nel sentire queste due composizioni, si può anche pensare che sia vero il contrario. O che, accanto ad ogni grande, stia talvolta un altro grande, indipendentemente dal suo genere. Il trio Baietta-Sanin-Airoldi porta alla ribalta due composizioni di cui il trio di Clara Wieck precedette di un anno la composizione del marito, ma ovviamente non ebbe uguale fortuna. 

>Acquista il biglietto

DOMENICA 29 MARZO 2020, ORE 11, Sala Maffeiana

CAINO, OVVERO IL PRIMO OMICIDIO

Programma:

Musiche di A. Scarlatti, S. Soardo

ENSEMBLE dell’Orchestra Machiavelli
MAESTRO CONCERTATORE Giancarlo Rizzi
REGIA E DRAMMATURGIA Sara Meneghetti
ATTORE Mauro Bernardi
MASCHERE di Graziano Viale, artigiano

“I musicisti sono della stirpe di Caino” si può leggere in un bel romanzo di Paolo Maurensig. La stirpe di chi fatica e spesso non trova il proprio sacrificio apprezzato. La stirpe di chi, secondo Saramago, a causa del suo demone non è soggetto alla tirannia del tempo e si ribella alle logiche del mondo per andare al succo delle cose. L’oratorio di Scarlatti, ridotto a forma da concerto, chiuso in una cornice post moderna, per la regia di Sara Meneghetti e il talento teatrale di Mauro Bernardi in un viaggio decisamente trasversale.

>Acquista il biglietto

DOMENICA 10 MAGGIO 2020, ORE 11, Sala Maffeiana

MUSIC FOR EUROPE – Conferenza – Concerto con Quirino Principe “La musica come espressione dell’identità Europea”

Programma:

Musiche di E. Grieg, A. Dvorak, O. Respighi, G. Holst

ORCHESTRA MACHIAVELLI
DIRETTORE Sergio Baietta

Il senso di una comunità è promuovere l’identità. Senza scordare di valorizzare le differenze. Una comunità chiusa di soli ciabattini morirebbe di fame, una comunità chiusa di soli agricoltori morirebbe di freddo. E’ questa l’intuizione di un’Europa unita, intuizione politica che la musica ha preceduto di decenni, in particolare con le scuole nazionali del romanticismo, dove il linguaggio era quello della grande scuola viennese, ma i temi e le ritmiche erano quelle nazionali, in un senso di patria da amare che non esclude il rispetto dell’amore altrui. 

>Acquista il biglietto

Biglietti e abbonamenti

Alla sottoscrizione della membership del costo di €3, sarà possibile acquistare i biglietti dei concerti con una riduzione di €2.
I biglietti possono essere acquistati a questo link, presso Box Office in via Pallone o in cassa a partire dalle 18 per la data del 13 gennaio e dalle 9 per i concerti della domenica. 

Intero

€20

Ridotto over 65

€16

Ridotto under 30

€12

Abbonamenti
(5 concerti)

Intero €80
Ridotto over 65 €60
Ridotto under 30 €40